CORSO di AGGIORNAMENTO per DOCENTI nella SCUOLA dell’INFANZIA.

Finalità e Programma - Organizzazione

Relazione educativa e comunicazione efficace tra adulti e tra adulti e bambini.

Troppo spesso le scuole vedono i loro studenti come dei casi ( iperdotati, emotivi, con scarso o alto quoziente di intelligenza, ritardati ecc.) invece che come persone. Questo modo di raggruppare può creare dei preconcetti negli insegnanti da cui deriva uno scadimentoi nella qualità dell’istruzione.
Insegnare ai bambini delle scuole materne ed elementari si dice che sia molto diverso dall’insegnare ai ragazzi delle scuole superiori . Se è vero che i diversi stadi evolutivi dei ambini debbano essere presi in considerazione per la scelta del materiale e delle esperienze educative, è snche vero che il rapporto umano di base tra insegnante e studente rimane lo stesso.

Per i bambini di ogni tempo il racconto di storie è sempre stato una realtà familiare e prediletta. Soltanto da pochi anni però viene utilizzato come metodo flessibile e vario di creazione di metafore e addirittura nella terapia infantile.
Si è visto infatti quale strumento potente possa essere la metafora, con il suo linguaggio simbolico, per stimolare nel bambino in modo indiretto, ma paradossalmente più incisivo, le intuizioni e le risorse necessarie al superamento dei problemi.
Questo progetto per le scuole dell’infanzia è innovativo perchè fornisce gli strumenti per creare metafore che possano originare nell’intimo del bambino una salutare costellazione di apprendimenti e di risorse inconsce.

Si propone inoltre di estendere l’uso della metafora al disegno in modo da promuovere nell’inconscio del bambino la messa a punto di varie strategie di disegno atte a favorire il superamento dei problemi e la crescita. Tuttavia, non ci si concentrerà nell’analisi e nell’interpretazione dei disegni, ma si noteranno i benefici che il bambino trarrà raffigurandosi sia il problema, sia le soluzioni inconsce già esistenti.